I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva

I Viaggi della Minerva - Agenzia viaggi di Arezzo Specializzata in tours

minerva Viaggi Infoline

I Nostri Viaggi

I Nostri Viaggi » GENOVA, "LA SUPERBA"

GENOVA, "LA SUPERBA"

GENOVA,

Le Strade Nuove, i Palazzi dei Rolli. Palazzo Bianco, Palazzo Tursi, la Villa del Principe, Palazzo Reale, la “Galleria Nazionale” di Palazzo Spinola

Faremo un tour storico artistico de “La Superba”: così la soprannominò per primo Francesco Petrarca, il quale nel 1358.Scrisse “Vedrai una città regale, addossata ad una collina alpestre, superba per uomini e per mura, il cui solo aspetto la indica signora del mare”. Vedremo ben 3 dei Palazzi dei Rolli, più precisamente percorreremo “Le Strade e il Sistema dei Palazzi dei Rolli”: questa è la dizione esatta con cui il sito è stato incluso nella lista del Patrimonio dell’umanità UNESCO. Le “Strade Nuove” (Via Giuseppe Garibaldi, ex “strada nuova”; Via Cairoli, ex “strada nuovissima”, Via Bensa e Via Balbi) sono un gruppo di vie realizzate tra la seconda metà del Cinquecento e la prima metà del Seicento, quando Genova era all’apice della sua epoca d’oro. Le “Strade Nuove” ospitano i magnifici “Palazzi dei Rolli”: una serie di dimore nobiliari di stile rinascimentale e barocco, costruite fra il XVI e il XVII secolo. Questi palazzi, con la loro eleganza, rappresentavano la grandezza di Genova agli occhi del mondo e facevano parte di registri cittadini (i rolli) attraverso cui venivano scelte le residenze dove ospitare gli illustri ospiti in visita di Stato.
 
SABATO 24 MARZO
Partenza alle ore 06.00 da Arezzo Via Erbosa, unico appuntamento previsto in città per questo itinerario.
Possibilità di salita, su richiesta, ai vari caselli autostradali (fra cui Valdarno alle ore 6.30).
Sosta in autogrill per la colazione. Arrivo a Genova.
Faremo ingresso in 2 Palazzi dei Rolli, con biglietto compreso nella quota di iscrizione:
PALAZZO BIANCO e PALAZZO DORIA TURSI.
PALAZZO BIANCO: si può considerare il più antico e, al contempo, il più recente tra i fastosi edifici che prospettano su via Garibaldi, la "Strada Nuova", edificata a partire dal 1550 per ospitare gli edifici degli esponenti più illustri dell’aristocrazia genovese. Il Palazzo venne eretto fra il 1530 e il 1540 per Luca Grimaldi, membro di una delle più importanti famiglie genovesi. L’immobile sorgeva in una zona ancora suburbana, aveva forma e aspetto piuttosto semplici e si affacciava sulla salita che portava alla chiesa di San Francesco di Castelletto, sulla quale prospettava anche il Palazzo della Meridiana, compiuto nel 1545 per un Gerolamo Grimaldi appartenente a un ramo diverso della famiglia. A Palazzo Bianco si può ammirare una importante raccolta di pittura genovese, italiana e europea dal XVI al XVIII secolo: accanto ad autentici capolavori di artisti italiani (Caravaggio, Veronese), fiamminghi (Hans Memling, Gerard David, Jean Provost, Rubens, Van Dyck), olandesi (Steen), francesi (Vouet, Lancret) e spagnoli (Zurbaràn, Murillo), spicca infatti una vasta rassegna di pittura genovese dal Cinquecento al Settecento (Cambiaso, Strozzi, Piola, Magnasco). PALAZZO DORIA TURSI: oltre a ospitare le sale di rappresentanza del Sindaco, accoglie l’espansione della Galleria di Palazzo Bianco. Nelle sale monumentali, pezzi celeberrimi come il Guarneri del Gesù, violino appartenuto a Paganini, una notevole esposizione di opere d’arte decorativa, e la raccolta delle monete, dei pesi e delle misure ufficiali dell’antica Repubblica di Genova.
Pausa pranzo libera, da consumarsi in maniera individuale.
Nel pomeriggio, faremo ingresso (incluso nella quota di iscrizione) al PALAZZO REALE. Dimora nobiliare, reggia sabauda, splendido Museo Nazionale nel cuore della monumentale Via Balbi (sec. XVII) fu costruito nel XVII secolo dalla famiglia Balbi, su disegno di Pier Francesco Cantone. Nel 1677 fu ereditato da Eugenio Durazzo, che lo trasformò in un imponente edificio in stile barocco, simile ai palazzi romani. Nel 1824 entra in possesso dei Savoia, che lo adottano come propria residenza genovese: per questo oggi lo conosciamo come Palazzo Reale. Oggi è di proprietà dello Stato ed ospita le sedi delle Soprintendenze della Liguria e La Galleria di Palazzo Reale. Il Museo, aperto al piano nobile, presenta una serie di eleganti ambienti decorati e arredati nel Settecento dalla famiglia Durazzo e nell’Ottocento dai Savoia. Appartengono al XVIII secolo la Galleria degli Specchi, la Sala di Valerio Castello (il pittore autore degli affreschi), la Galleria della Cappella. Risalgono invece all’epoca dei Savoia la Sala del Trono, la Sala delle Udienze, il Salone da Ballo. Tra le opere esposte, meritano una citazione particolare due dipinti seicenteschi: il "Ritratto di Dama" e il "Crocefisso" del fiammingo Van Dyck. Suggestivi le terrazze e il giardino, ricco di vegetazione e di piante esotiche. Degno di nota anche lo splendido risseu visibile nel cortile interno (I risseu sono pavimenti acciottolati che decorano piazze e sagrati delle chiese della Liguria).
Ci sposteremo poi e faremo ingresso (incluso nella quota di iscrizione) alla GALLERIA NAZIONALE DI PALAZZO SPINOLA. Nella suggestiva cornice di un palazzo cinquecentesco che conserva intatta l’atmosfera di una residenza sei - settecentesca, si snoda il percorso museale della Galleria Nazionale della Liguria: la quadreria vanta opere dei maggiori artisti genovesi, fiamminghi ed europei, oltre ad un’importante collezione di ceramiche. Tra i dipinti esposti opere di Rubens, Van Dyck, Antonello da Messina, Grechetto, Valerio Castello, e molti altri.
Nel tardo pomeriggio, trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento
 
DOMENICA 24 MARZO
Sveglia, colazione
Partenza per la visita mattutina.
Inizieremo subito con il tour classico della città, con visita guidata a cura di guida locale. Inizieremo dalla Cattedrale di San Lorenzo; bellissimo esempio di chiesa medievale, le torri campanarie sono parte integrante della facciata, come nel gotico francese, anche se una delle due torri è incompleta. Varra’ la pena entrare per osservare le navate e visitare eventualmente il Museo del Tesoro, a cui si accede dall’interno della cattedrale. Passeggiando commenteremo l’esterno del Palazzo Ducale e faremo ingresso in Piazza De Ferrari (il centro della città) per poi dirigerci verso la Porta Soprana (o Porta di Sant’Andrea): è una delle porte d’ingresso alla città, fra le principali architetture medievali di pietra del capoluogo ligure. Poco distante si trova la casa-museo di Cristoforo Colombo che è visitabile (magari nei momenti liberi del pomeriggio del secondo giorno). Finiremo la nostra visita dirigendoci verso gli esterni dell’Accademia Linguistica e del Teatro.
Per la pausa pranzo, libera, vi condurremo, facendone una breve introduzione iniziale, al PORTO ANTICO, che raggiungeremo passando attraverso VIA DEL CAMPO. Il Porto Antico è l’antica zona portuale riprogettata da Renzo Piano nel 1992, divenuta oggi centro turistico della città, dove è possibile passeggiare, fare shopping e cenare. È il luogo di accesso per l’Acquario e il Museo del mare, inoltre è presente un ascensore panoramico, il Bigo, che riprende nella forma e nel nome le antiche gru del porto, la Biosfera e la Città dei Bambini, museo ludico e interattivo per bambini tra i 2 e i 14 anni. Dal porto antico si vede la LANTERNA: simbolo di Genova. È stata ricostruita nel 1543. Sorge su di una roccia alta 40 metri portando la sua altezza totale a 117 metri sopra il livello del mare. È possibile salire i 172 scalini che portano alla prima terrazza per godere della vista del porto e della città vecchia. Per raggiungerla si può percorrere una via pedonale di 800 metri, che dal terminal traghetti conduce alla Lanterna.
Ore 15 vista da noi prenotata, facoltativa, non inclusa nella quota di iscrizione (per chi desidera partecipare, il costo extra del biglietto + la guida che ci spiegherà la Villa è di €15) alla sontuosa VILLA DEL PRINCIPE.
Chi non desidera partecipare alla visita, può impiegare il tempo libero nella continuazione della passeggiata individuale nel centro di Genova, oppure per visitare l’Acquario (che è a pochi metri dalla Villa)
La più vasta e sontuosa dimora nobiliare della città di Genova, la Villa dell’unico Principe che Genova abbia mai avuto. Era il 1529 quando Andrea Doria valente ammiraglio e uomo d’armi leggendario, diede il via ai lavori che avrebbero portato alla costruzione di questo meraviglioso palazzo affacciato sul Golfo di Genova. Questo sarebbe divenuto il luogo di pace al rientro dai suoi innumerevoli viaggi e la dimora prescelta per i suoi successori: la famiglia Doria Pamphilj. Qui, durante le sue visite ufficiali sarebbe stato ospitato l’imperatore Carlo V, lo stesso dal quale Andrea Doria era riuscito ad ottenere l’indipendenza di Genova dall’impero, divenendo di fatto il signore della città. In questa villa, insieme alla sposa Peretta Usodimare, Andrea Doria diede vita ad una grande corte rinascimentale, di cui fecero parte artisti come il magnifico Perino del Vaga, che si occupò della decorazione e degli arredi di gran parte delle sale. La Villa venne poi ampliata dal successore di Andrea, Giovanni Andrea I Doria, con il quale raggiunse il suo massimo splendore.
Alle ore 17, partenza per Arezzo.
Rientro previsto per le ore 22 circa

€235
Acconto €80
Supplemento singola €25
Sconto per gli under 18: pagano €170

 LA QUOTA COMPRENDE
Bus gt - Le spiegazioni in pullman a cura di nostra guida turistica specializzata - Tour classico della città di Genova a cura di guida locale (domenica 23/03– mattina) -Biglietto di ingresso a Palazzo Reale - Biglietto di ingresso alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola - Biglietto di ingresso a Palazzo Tursi - Biglietto di ingresso a Palazzo Bianco
Pernottamento in hotel, categoria 3* - La cena, acqua in caraffa (vino e altre bevande escluse) del 23/03-
La colazione del 24/03
 LA QUOTA NON COMPRENDE
 La eventuale tassa di soggiorno - I due pranzi
Il facoltativo biglietto di ingresso con visita guidata alla Villa del Principe a cura di guida locale (extra €15), e gli eventuali auricolari (extra €2,5 a testa) per ascoltare la guida nel tour classico della città la mattina del 24/03


 

Data Responsabile Prezzo
Dal 23 March al 24 March 2024 Marco Fabbrini 057522476 e 3497866062 235,00