I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva I Viaggi della Minerva

I Viaggi della Minerva - Agenzia viaggi di Arezzo Specializzata in tours

minerva Viaggi Infoline

I Nostri Viaggi

I Nostri Viaggi » APPIA ANTICA E PARCO DEGLI ACQUEDOTTI

APPIA ANTICA E PARCO DEGLI ACQUEDOTTI

APPIA ANTICA E PARCO DEGLI ACQUEDOTTI

APPIA ANTICA
PARCO DEGLI ACQUEDOTTI


Partenza ore 07 da Via Erbosa (unica salita prevista da Arezzo città per questo itinerario).
Salite su richiesta ai caselli lungo il percorso autostradale.
Sosta in autogrill per la colazione.
 Arrivo a Roma, nella zona della Via Tuscolana, discesa ed inizio della nostra escursione nel PARCO DEGLI ACQUEDOTTI. La passeggiata, di circa un’ora e mezza non è impegnativa, ma si consigliano scarpe da ginnastica. E’ una vasta area archeologico / naturalistica situata nel Municipio VII, inclusa nel Parco Regionale dell’Appia Antica. Di estensione complessiva di circa 15 ettari, si trova fra i quartieri di Cinecittà ed Appio Claudio. Il Parco è una suggestiva distesa di rovine tipica della campagna romana, che in origine si sviluppava senza interruzioni fra Roma e i Colli Albani, e che ha attratto nel corso del Settecento e dell’Ottocento numerosi artisti, paesaggisti, viaggiatori e letterati dell’età romantica. Nel corso della passeggiata visiteremo gli acquedotti e le altre testimonianze di età romana e tardo medievale presenti nell’area.
Gli acquedotti sono quelli
dell’Anio Vetus, dell’Acqua Marcia, della Tepula, Iulia, Felice, Anio Novus, Acqua Claudia.
Nel parco sono state girate scene del film “La Grande Bellezza”.
Terminata la visita, breve trasferimento a piedi in vicino luogo dove potrete trovare bar e punti di ristoro per la pausa pranzo libera, non inclusa nella quota, da consumarsi in maniera individuale.
Nel primo pomeriggio, trasferimento nella VIA APPIA ANTICA per la nostra seconda passeggiata guidata. La più famosa fra le strade romane, detta anche “Regina Viarum”, nacque nel 312 a.c. sotto il console Appio Claudio Cieco: per la prima volta una strada prese il nome dal suo costruttore e non dalla “funzione” (Via Salaria – “Via del sale”) o dal luogo dove era diretta (Via Prenestina, Via Tiburtina, Via Nomentana). Inizialmente, andava solo fino a Capua; fu poi prolungata fino a Benevento, quindi fino a Venosa, Taranto, e infine nel 191 a.c. fu condotta fino a Brindisi dove due colonne (una delle quali ancora presente in prossimità del porto) indicavano il punto terminale della strada. Percorreremo in pullman il tratto iniziale passando da Porta San Sebastiano, dal sepolcro di Priscilla e dalla Chiesa del “Domine Quo Vadis”, e scenderemo nella zona delle catacombe di San Sebastiano: inizieremo la camminata in suggestivo contesto immerso nel verde percorrendo la via almeno fino al Mausoleo di Cecilia Metella, caratteristico per il suo imponente basamento quadrato sui cui è posto un cilindro di lastre di travertino, decorato nella parte superiore da un fregio di marmo con festoni e teste di bue. Nella camminata di ritorno verso il pullman, dopo una (eventuale) breve tappa al Mausoleo delle Fosse Ardeatine, faremo il nostro rientro alla volta di Arezzo, con arrivo previsto per le 21 circa
 
€65
Acconto € 30
Bus gt + visita guidata a cura del Dott Michele Tocchi
 
Numero chiuso, con capienza limitata al 50% dei posti disponibili nel bus: massimo 27 iscrizioni
Richiederemo autocertificazione anti covid. Obbligo di mascherina per tutto il viaggio e rilevamento della temperatura alla partenza. Non saranno validi per questo itinerario sconti e promozioni. La definizione del saldo completo della quota dovrà avvenire entro 1 settimana dalla partenza. La distribuzione dei posti sarà effettuata in base alle norme di distanziamento in maniera da occupare l’intera pianta del bus fino all’ultima fila.

 

Data Responsabile Prezzo
Il 29 maggio 2021 Marco Fabbrini 057522476 e 3497866062 65,00